Acqua super-idratante di Prill.

Come fare l’acqua di Prill: prima di tutto pulire molto bene il sacchetto di sassolini di Prills sotto l’acqua corrente per togliere eventuali tracce di polvere.

Quindi metterlo in un contenitore di vetro da 4/5 litri insieme ad acqua di rubinetto o (preferibilmente) acqua di fonte. Lasciate il sacchetto in ammollo per 24 ore. Fate in modo che i gas (in caso di acqua di rubinetto) possano evaporare, quindi non chiudete ermeticamente il contenitore. Copritelo magari con uno scottex o comunque lasciate uno spiraglio.

Potete ora togliere 3⁄4 dell’acqua che è diventata così acqua di Prill. Lasciate il restante 1⁄4 con il sacchetto e riempite di nuovo il contenitore di acqua. Da adesso in poi, potete togliere 3⁄4 dell’acqua ogni ora per svariati anni. Dopo averla preparata, potete conservare l’acqua di Prill in qualunque contenitore. Se preferite, potete anche lasciare i sassolini direttamente sul fondo, eliminando il sacchetto. L’acqua preparata va conservata in frigorifero per evitare la formazione di alghe o muffe. Ogni tanto, lavate accuratamente il recipiente.

I sassolini Prills sono sottoposti al campo energetico della Camera Stellata e quindi infusi di forza vitale. Fanno parte di una nuova tecnologia che ci permette di fare, direttamente dall’acqua del nostro rubinetto, acqua vitale molto fine, come la rugiada, che idrata enormemente il corpo e riduce i radicali liberi. I sassolini di Prill non si dissolvono ma durano per sempre. Questi ossidi non intervengono sui minerali già presenti nell’acqua, come avviene ad esempio con la zeolite (un altro minerale usato da diversi anni per depurare l’acqua negli acquari), ma esclusivamente sulla struttura dell’acqua “stringendo” l’angolazione delle sue molecole. Questo permette un assorbimento migliore e una conseguente idratazione delle cellule. E’ questo “benessere” cellulare il responsabile degli effetti benefici riportati riguardo all’acqua di Prill. Questa acqua permette alla cellula di liberarsi con facilità delle tossine e dei veleni. E’ facile perciò all’inizio avere una crisi di disintossicazione: stanchezza, nausea, lingua patinata, alitosi, diarrea, e qualche altro sintomo classico. Molte persone iniziando a berla hanno crisi di disintossicazione. Alcuni sono riusciti a depurare l’acqua di piscine, fontane, stagni inquinati o malsani semplicemente gettandoci dentro ogni tanto secchi di acqua di Prill, che ha rigenerato in breve tutta l’altra acqua. E’ utilizzata in combinazione con magnesio per il mantenimento della salute di persone, animali e piante. L’acqua di Prill fa miracoli in agricoltura. Il mais innaffiato con acqua di Prill matura in 60 giorni invece di 128. In casa è utilissima: in cucina, usatela per cucinare e per lavare le verdure; se immergete o spruzzate le verdure con l’acqua di Prill dureranno anche una settimana in frigorifero rimanendo sempre fresche; il succo di carote si raddoppia e i sapori sono accentuati; la carne spruzzata con l’acqua di Prill non si secca quando cotta. E’ risultata fantastica nelle pulizie dei vetri e di tutta la casa.

In evidenza

Nella nostra sperimentazione abbiamo notato che il sapore di alcune acque rimane cattivo. A volte è sufficiente aumentare il tempo di trattamento con i sassoloini di Prill a 24 ore (invece di 1 ora sola) perché il loro gusto migliori. Abbiamo comunque cercato di individuarne le cause. E’ risultato che alcune acque sono troppo inquinate; in questi casi, conviene preparare l’acqua di Prill usando acqua minerale. Nonostante ci sia stata molta pubblicità sulle qualità depurative dei sassolini di Prill, la loro qualità principale è quella di cambiare la struttura dell’acqua: questo permette alle cellule di idratarsi in modo ottimale, di rifiutare le tossine e i veleni e in definitiva di rimanere sane. Questo promuove anche la depurazione nella maggior parte dei casi. Quindi, se la vostra acqua rimane cattiva usate l’acqua minerale per preparare l’acqua di Prill.

L’acqua di Prill è efficace con ogni forma di vita in generale: i semi, le piante, e tutte le forme di vita ne beneficiano enormemente. Quindi, se notate la comparsa di alghe, è preferibile pulire il contenitore e il sacchetto (bollire i sassolini o lavarli con acqua ossigenata) e tenere il contenitore al buio o in frigorifero per evitare la loro ricomparsa. Inoltre, attenzione a non contaminare l’acqua: anche i batteri sono una forma vitale!

Un altro suggerimento: attenzione se state assumendo dei farmaci. Infatti, la superidratazione consente un’assorbimento facilitato dei principi attivi da parte delle cellule. Potrebbe quindi equivalere ad un’assunzione di dosi maggiori di farmaci.

La Camera Stellata e l’acqua di Prill
di Jim Carter, lo scopritore dell’acqua di Prill

Il soggetto di questo scritto è la salute fisica e la giovinezza, ottenuta attraverso una forma particolare di acqua e di elementi essenziali, quali il magnesio.

Il progetto e la costruzione della Camera Stellata rappresentano l’apice del mio hobby degli ultimi 5 anni. Il mio hobby consiste nella ricerca della giovinezza e della sua possibile riconquista. L’ho chiamata così per via dell’effetto che si ha, standoci dentro, di galleggiare nello spazio. Ho cominciato ad usarla nel 1998 e da allora centinaia di persone hanno potuto sperimentarla, tra cui anche il famoso Dott. Norman Shealy, che prima incredulo, poi fervente sostenitore di questo sistema ha scritto addirittura un libro e collabora ora nei miei progetti di ricerca.

L’esperienza consiste di 3 fasi: nella prima la persona si riposa su di un letto fatto di particolari cristalli neri. Quanto dovrà rimanere è stabilito con test kinesiologici. Quindi, nella seconda fase, viene immersa in una vasca da bagno piena di un’acqua particolare. Quindi nella terza ed ultima fase la persona riposa su di un letto fatto di cristalli laminari che possono essere trovati solo ad alte altitudini nella neve che si sta sciogliendo. I risultati sono variabili, ma in generale la persona che fa questa esperienza mostra cambiamenti fisici misurabili che eccedono nei benefici qualunque altra terapia mai fatta prima. Mano a mano che vi addentrerete in questo scritto incontrerete dei concetti particolari che sono solo il mio modo di cercare di spiegare quella che considero una scienza dimenticata. Cercate di sopportarmi, perché non è facile spiegare questi concetti.

Il Mistero della Vita
La prima cosa che deve essere ben chiara a chiunque stia portando avanti una ricerca sulla giovinezza è che l’uomo non vive di solo pane. Nella nostra attività quotidiana utilizziamo una enorme carica di energia, molto più di quella che può derivare dal mangiare o dal bere. Questo è stato definito “il mistero della vita”, che non vuol dire niente di teologico, ma semplicemente il riconoscimento di una sorgente di energia che ci permette di vivere ben al di là di quel 7% che viene riconosciuto all’alimentazione.

Poichè sono io che scrivo questo documento e poichè non mi interessa provare niente, semplicemente stabilisco che c’è una sorgente supplementare, e ancora che questo è un mistero solo per chi approfitta dei misteri. Ora proverò a spiegarvi la mia posizione.

Sin dall’antichità l’uomo ha saputo che esiste un’energia che lo sostiene e lo anima. Molti nostra piccola biosfera ruota intorno al sole e intorno al suo asse. Dal Sole riceviamo energia, chiamata luce. Contrariamente a ciò che dicono in generale, per me la Luce è una energia distinta da tutte le altre. Non diventa mai calore o elettricità. E’ sempre luce. Dalla rotazione del pianeta abbiamo elettricità, un’altra energia distinta. Viene in varie misture di velocità e volume, chiamate generalmente voltaggio e amperaggio. A seconda del carattere di questa mistura abbiamo effetti: magnetismo, gravità, caldo o freddo, e molti altri fenomeni a cui dobbiamo ancora dare un nome. La scienza dell’elettricità è ancora vaga. Questo è un mondo tridimensionale e per avere una realtà fisica tridimensionale ci devono essere tre distinte energie al lavoro. La mia prossima affermazione è una enorme semplificazione ma dirò semplicemente: La terza energia è spaziale. La rotazione del nostro pianeta genera un vortice e “succhia” materia dallo spazio. Questa materia è reale come la luce del Sole. Ha delle caratteristiche precise. E’ più pesante dell’aria e più leggera della terra o dell’acqua. Viene immessa dal vortice che si crea nel Polo Sud, fluisce sulla superficie della terra e dell’acqua ed esce dal vortice opposto che si trova al Polo Nord.

Questa energia non è sconosciuta dalla scienza. In ingegneria elettronica viene chiamata potenziale di terra. Poichè il nome implica che sappiamo di cosa si tratta dobbiamo solo capire come usarla per generare forza. Così è solo potenziale. E’ la terza, distinta energia che io credo sia responsabile della vita. L’accumulazione di questa energia è l’essenza della mia ricerca. Le alterazioni che accadono nelle varie forme di materia quando sono poste in campi aumentati di questa energia, campi che eccedono le condizioni normali sulla Terra, è la prova che esiste. Gli effetti che queste forme alterate di materia, principalmente l’acqua, hanno su esseri umani, piante ed animali è la prova che questa energia è il fino ad ora sconosciuto aspetto della natura che determina e per certi aspetti spiega il mistero succitato.

L’acqua
Tutti sappiamo che la molecola dell’acqua è formata da due atomi di idrogeno e da uno di ossigeno tenuti insieme da cariche elettriche. Per capire quello che sto per scrivere dobbiamo accettare l’idea che l’acqua non è solo una, non è sempre la stessa. Ci sono molte acque conosciute e riportate a livello scientifico. La scienza ci dice che l’acqua è il solvente migliore per ogni sorta di cosa, incluse le energie. La scienza ci dice anche che l’assorbimento o l’aggiunta di altre sostanze cambia le caratteristiche dell’acqua. In effetti l’intera chimica può essere definita lo studio degli effetti delle varie sostanze sull’acqua. In realtà, non esiste né c’è mai stata una spiegazione valida dell’acqua in se stessa. Brevemente, poichè questo lavoro non è su cose che tutti sanno: la tensione superficiale ovvero l’effetto del peso dell’atmosfera sull’acqua è alterata dai surfattanti, che sono sostanze che quando sono aggiunte all’acqua la rendono più, diciamo, fine. Gli esempi migliori sono il sapone a base di alluminio o di arsenico. L’acqua che contiene queste due sostanze è in realtà un tipo particolare di acqua. Ci sono qualcosa come 300.000 forme di acqua ottenute addizionando varie misture di carbonio, zolfo, ecc. chiamate idrocarburi. Ci sono 10.000 tipi di acque inorganiche, acque che non contengono carbonio e un’altra moltitudine di acque che possono essere formate saturando l’acqua con l’elettricità in una o in un’altra forma. Un bell’esempio è l’effetto prodotto da un singolo polo di un magnete. Il mio lavoro consiste nel capire cosa accade quando l’elettricità della molecola dell’acqua è sostituita da una energisa non elettrica.

Quando l’acqua è sottoposta all’energia che io uso, accadono dei cambiamenti importanti. Per me questo è il risultato del naturale rimpiazzamento dell’elettricità che è parte del legame o assorbita nella struttura atomica, con questa terza specialissima energia.

All’inizio l’acqua diventa molto fina, densa la metà di prima. Ma dopo continui contatti comincia a ispessirsi, diventando oleosa, poi cerosa e infine formando dei cristalli laminari. Tutte queste forme sono prodotte dall’impatto con questo flusso spaziale in natura. E’ questo il motivo dei cristalli che si trovano a grandi altezze nella neve che si scioglie e le strisce brune che tutti credono che sia sporcizia nella neve che si sta sciogliendo a basse altezze. Il passaggio di questa energia sull’acqua marina produce l’acqua oleosa e il suo impatto sull’acqua fresca provoca un continuo effetto di assottigliamento. Infine il suo effetto sul vapore acqueo o l’acqua nell’aria produce sia il fenomeno della rugiada che una polvere bianca finissima, invisibile alla vista. Questa polvere bianca ricopre l’intera superficie secca della Terra e fornisce la conducibilità per quel flusso di energia chiamato Forza Vitale.

Queste fasi dell’acqua sono le chiavi della mia tecnologia e per quanto ne so, sono uniche ed originali del mio lavoro, sebbene siano le sostanze più comuni sulla Terra. Queste sostanze sembrano l’aspetto primario della vita.

Le acque della vita
Si sa che le cellule viventi, semplici o complesse sono principalmente costituite di acqua. Per la salvezza di questo lavoro prenderò ora una posizione estrema: dirò che la vita è basata sull’acqua piuttosto che sul carbonio. Dirò anche che qualunque cosa eccetto la fase appropriata dell’acqua è estraneo o un contaminante. Proseguendo con la mia posizione estrema dirò che la chiave per il successo della vita è la purificazione della sua acqua e questo è attuato primariamente rimpiazzando l’acqua contaminata o non formata con la sua parte appropriata.

LA RICERCA PER UNA VITA LUNGA E FELICE E’ IN FINALE UNA RICERCA BASATA SULLA CONOSCENZA DELL’ACQUA.

Che produrre queste forme di acqua sia corretto è mostrato sia dal fatto che le cellule viventi “bevono” queste acque preferendole ad altri liquidi sia dal fatto che queste sostanze aumentano la vitalità in uomini, piante ed animali. Queste forme di acqua sono i veicoli attivi della mia ricerca. La mia ricerca di per sé è di rendere le cellule viventi nella loro forma più smagliante con la speranza che queste cellule siano i condotti appropriati della misteriosa energia che anima e mantiene la vita.

Tutti sappiamo l’importanza di alti livelli di carica nelle batterie perchè funzionino adeguatamente e poichè la vita come la conosciamo sembra funzionare nella stessa maniera “galvanica” forse la buona carica è il segreto di una vita più lunga, più gradevole e più produttiva. Questa è la ricerca e l’inizio di ciò che sarà una discussione in evoluzione di potenziali unici.

Ritorniamo alla Camera Stellata. Le tre fasi sono progettate per restaurare la giovinezza. La giovinezza è un termine soggettivo che io uso per rappresentare un tempo nella nostra vita in cui ci sentivamo forti, vitali, pieni di vita. Come è possibile tornare a tutto questo nella Camera Stellata? Forse è meglio partire da un’altra parte. La vita è genralmente vista come l’unione di unità semplici o cellule.Ogni cellula ha la sua vita e l’insieme di tutte le cellule dà origine ad un organismo vivo. Se ogni cellula funziona adeguatamente non c’è motivo di pensare che anche l’organismo formato da loro si trovi nelle medesime condizioni. Se questo è vero, la chiave per mantenere la salute e la giovinezza si trova nel perfezionare la singola cellula al suo meglio. Poiché non si capisce bene cosa serva per far questo, è arrivato forse il momento di una innovazione.

La prima fase della Camera Stellata consiste nel diminuire l’elettricità positiva assorbita riposando in un campo di cariche elettriche negative molto forte. I piccoli cristalli neri che ho menzionato sono generatori di ioni negativi e quando milioni di questi piccoli e naturali generatori formano il materasso di un letto, l’effetto del campo negativo ha un potenziale tremendo. Considerando che nel nostro attuale ambiente siamo sottoposti a cariche elettriche di tutti i tipi questa prima fase può essere vista come una fase di riequilibrio. La scienza definisce i radicali liberi particelle cariche positivamente e quando molti di questi radicali liberi si incontrano la loro forma fisica cambia formando dei solidi. Per eliminarli bisogna quindi prima che ritornino in una fase liquida all’interno del sistema. Per farli ritornare liquidi l’unica possibilità è che siano bilanciati da una forza opposta, un antiossidante se volete. Così il riposare in un forte campo negativo è progettato per diluire questi materiali e rimetterli in circolo nell’acqua del corpo.

La seconda fase della Camera Stellata è chiamata la piscina. Il principio è : l’acqua buona dentro, l’acqua cattiva fuori. L’acqua in cui ci si bagna è di tipo sottile, fine e viene assorbita dal corpo, che contemporaneamente espelle una quantità uguale di acqua cattiva, contenente tutti i tipi di impurità, inclusa l’elettricità positiva, sotto forma di sudore. Per almeno 20 minuti dentro quest’acqua la persona scambia qualcosa come 5-7 galloni di liquidi. E’ chiaro che a questo processo sono associati diversi benefici fisici, tanto per cominciare l’umidificazione cellulare. Questo è un effetto reso possibile dalle proprietà di quest’acqua fine che si genera quando i suoi legami sono rimpiazzati dalla terza energia. Questo liquido rimpiazza l’acqua nelle cellule con un liquido che appare riempire perfettamente le cellule fino a renderle toniche. Non è un’acqua alterata dall’elettricità o deionizzata. Oltre a riempirsi di questo liquido e pulirsi, aggiungiamo una dose appropriata di magnesio nella forma che sarebbe generata da un giovane sistema digerente. Sappiamo dalle statistiche che il 90% della popolazione americana ha carenze enormi di magnesio e che quest’ultimo è assolutamente necessario per l’integrità della membrana cellulare e per moltissimi processi del metabolismo cellulare. Qusto signifivca che per qualunque ricerca per la giovinezza bisogna considerare il magnesio come un aspetto importante. Il liquido del supplemento è più denso. Ovviamente non potete raggiungere una stasi liquida perfetta in una palla che ha un involucro difettoso o una cellula che ha una membrana difettosa. Questo supplemento di liquido denso è ben più che un semplice fornire magnesio: è dare alla cellula il magnesio e l’acqua nella forma predefinita e migliore per la costruzione della membrana cellulare. Ora abbiamo ammorbidito i radicali liberi, pulito e rimpiazzato l’acqua cattiva con quella buona, un vero e proprio liquido puro che è pieno di enegia che anima la vita.

Ci sono due forme di acqua, più densa per i fluidi e le membrane cellulari, per le strutture dense del corpo come la cartilagine e capace di trattenere il calcio e il magnesio nelle ossa. E una più fine per i fluidi che riempiono la cellula e presente nei tessuti molli. Se le cellule hanno delle membrane forti e sono perfettamente “gonfiate” saranno in grado di gestire le energie a loro compatibili e di rigettare le energie distruttive.

Il terzo aspetto della Camera Stellata è riposare su di un materasso che emette un campo della terza energia. E’ infatti formato da migliaia di quei cristalli laminari di cui ho parlato prima, che vengono dalla neve ad alte quote. Questi cristalli sono configurati per concentrare la loro energia nell’area che viene usata per riposare. L’intenzione è di portare la batteria vivente del soggetto che sta facendo l’esperienza al massimo di carica possibile. Recentemente l’uso di batterie ricaricabili è diventato abbastanza comune, e sappiamo che il successo nel loro funzionamento risiede nel fare in modo che siano sempre caricate al massimo. Accettando il fatto che i sistemi viventi sono batterie ricaricabili ci sforziamo di fare in modo che il loro sistema funzioni al massimo del loro potenziale. Teoricamente, mantenere le batterie cariche dovrebbe essere tutto ciò che è richiesto dal nostro sistema per mantenere la buona salute e la forza che contraddistingue la giovinezza. Per chiarificare: perfezionare una palla gonfiabile implica riparare il suo involucro e riempirla con la quantità appropriata del materiale progettato per riempirla. Un pallone da basket usa l’aria e se non è sufficientemente gonfio non si può usare, così come se è troppo gonfio diventa incontrollabile. Se invece è gonfiato alla perfezione è perfetto per il suo scopo. La stessa cosa succede alle nostre cellule, l’unica differenza è nella sostanza della loro costruzione e nel materiale usato per gonfiarle. Una volta che sono costituite e gonfiate nel modo appropriato sono assolutamente efficienti. In generale, dopo la prima esperienza nella Camera Stellata si possono notare alterazioni fisiche evidenti come miglioramento del colore e del tono della pelle, assottigliamento delle rughe, aumento della flessibilità, perdita di grassi in eccesso e di acqua in eccesso.

Anche dopo una sola esperienza, questi cambiamenti continueranno per mesi, e molte persone dicono di vedersi realmente ringiovaniti. I sistemi viventi sono capaci, se messi nelle giuste condizioni, di un recupero e di una ristrutturazione molto rapida. Un esempio conosciuto da tutti è la guarigione da un taglio.

Il recupero da anni di distruzione non è spontaneo. Richiede tempo e un po’ di sforzo. Considerando che solo poche persone potevano venire a provare la Camera Stellata abbiamo progettato 5 sostanze che tutti possono usare a casa per ottenere gli stessi effetti. La prima è l’acqua sottile, una versione simile di quella che si trova nella piscina, incluso il modo di produrre questa acqua in quantità illimitata e per sempre, da utilizzare per fare il bagno, da bere, dare alle piante ed agli animali e per ogni applicazione per la quale si usa l’acqua comune. L’abbiamo chiamata acqua di Prill

La seconda è l’acqua in fase più densa, quella che la cellula utilizza per le sue membrane, le cartilagini, ecc. a cui è addizionato del magnesio. Questo liquido può essere utilizzato nell’acqua del bagno, oppure applicato sulla pelle, oppure ancora come pediluvio. L’uso di questo liquido aumenta il magnesio cellulare e quindi i suoi benefici sono importanti quanto le carenze da magnesio. L’abbiamo chiamato Olio Magico, per via della sua consistenza oleosa.

La terza l’abbiamo chiamata Drops, gocce; si tratta di un purificatore omeopatico del midollo allungato o terzo cervello. Poche gocce sotto la lingua hanno la potenzialità di disintossicare e restaurare questo piccolo importantissimo organo. Ha infatti il controllo del sistema involontario del corpo. Restaurare le funzioni di quest’organo è forse una delle cose più importante che una persona può fare per la sua salute. Questo organo gioca lo stesso ruolo del regolatore di voltaggio nelle batterie ricaricabili, e mancanze a questo livello sono devastanti.

La quarta sostanza è la meravigliosa polvere bianca a cui mi riferivo prima che proviene dall’impatto della terza energia con il vapore acqueo. E’ utilizzata come un purificatore per uso topico, per rimuovere la congestione in aree specifiche del corpo. Viene mischiata con l’olio magico o acqua di Prill ed applicato all’area che interessa e quando completamente secco viene lavato via. Con lui vengono via tutti i contaminanti che assorbe. L’abbiamo chiamata Neve Marina (Sea Snow) poiché è bianca e sembra neve.

La quinta sostanza è la fine polvere che proviene dalla neve che si scioglie ed è utilizzata come mantello dalla pelle per aumentare l’ingresso dell’energia vitale. Questa polvere è mischiata con l’olio vitale e applicata sulla pelle ogni giorno. Abbiamo chiamato questa sostanza Cristalli di Neve (Snow Crystals).