Pendolo Karnak

Il pendolo originario di Karnak fu trovato dal radioestesista francese Bovis nel 1930 nel sarcofago della Valle dei Re nel tempio di Amon. L’originale era in pietra arenaria, attualmente è realizzato in metallo e con vari tipi di legno.
Il pendolo di Karnak è uno dei più popolari e utilizzati dai radiestesisti, per le più diverse applicazioni. Può essere un ricevitore, un trasmettitore e un neutralizzatore. E’ caratterizzato da una sensibilità radiestetica eccezionalmente elevata.
Utilizzi del pendolo Karnak ( definizioni esclusivamente energetiche non fisiche):
– rilevazione delle radiazioni corsi sotterranei, rete geopatica e radiazioni radioattive
– individuazione di depositi minerali e metalli
– pulizia energia negativa
– Rimozione di virus, batteri, funghi e tutte le loro spore
– controllo del cibo, dosaggio e controllo dell’efficacia dei medicinali
– lavoro su mappa, diagnostica
– trattamento di varie malattie (compreso il cancro)
– tutti i test mentali
Si deve tenere conto che a nord il pendolo Karnak emette il colore radiante piu’ pericoloso cioe il “Verde Negativo”. Cosi’ chiamato perche’ risulta essere, su du una sfera, all’opposto, del verde positivo.

Visualizzazione di 11 risultati